IL PLUS NELLA PROMOZIONE DI POLITICHE SOCIALI COLLABORATIVE

Ghilarza 30 novembre 2015 - Report dei lavori

Presentato a Ghilarza il 30 novembre 2015 il lavoro dei Gruppi Tecnici che, coordinati dal dott. Remo Siza (consulente all'assessorato Igiene e Sanità e dell'Assistenza Sociale), hanno lavorato ad indicare percorsi di costruzione delle linee guida.

4 i temi affrontati dei Gruppi Tecnici:

  • Le forme di gestione
  • Composizione dell'Ufficio di Piano
  • l'Integrazione delle politiche sanitarie e sociali
  • Le forme di partecipazione

I rappresentati dei Gruppi hanno raccontato il lavoro svolto, prevalentemente di ricerca su alcune  esperienze attuate in Sardegna e in diverse Regioni del territorio nazionale.

La giornata di lavoro si è caratterizzata per due aspetti: da una parte la partecipazione massiccia di amministratori locali e di operatori degli uffici di Piano, dei Comuni, delle ASL ha rivelato l'esigenza fortemente sentita di attuare una riflessione sui percorsi attuati e sulle prospettive future; dall'altro vi è stata l'opportunità di conoscere lo stato dell'arte del processo di avvio della nuova programmazione da parte della governance regionale (presenti gli assessori degli Enti locali e della Sanità, Cristiano Erriu e Luigi Arru) che ha scelto di prorogare anche per il 2016 la programmazione 2012/2014 e utilizzare il 2016 come spazio "laboratoriale" per ridisegnare i percorsi dei PLUS nelle nuove linee guida che verranno nel frattempo elaborate.

I concetti emersi dal lavoro e che sembrano voler rappresentare le idee guida dei "laboratori" che porteranno alla costruzione delle future linee guida sono:

  • I PLUS sono sempre più un punto di raccordo tra le esigenze sanitarie e sociali dei cittadini
  • È necessario coinvolgere maggiormente le ASL nel processo di integrazione socio sanitaria, punto debole delle esperienze ad oggi realizzate
  • L' attuale organizzazione dei PLUS contiene una sovrapposizione di governance (Unione dei Comuni, Distretti, altre forme di associazione sovracomunali) la cui riorganizzazione sarà necessariamente influenzata dalla legge di riordino degli Enti locali in fase di approvazione in Consiglio Regionale

 

Tra le criticità emerse dagli interventi assembleari:

  • Il basso livello di coinvolgimento dei diversi PLUS nei tavoli avviati
  • La mancata presentazione di scenari documentati delle politiche sociali (leggi di settore, servizi domiciliari, sostegno al reddito etc)
  • L'assenza di un'analisi complessiva dei PLUS nelle diverse realtà sarde (Cosa è stato fatto in questi 10 anni?)
  • La mancata presentazione di chiare linee politiche di indirizzo

Il punto di vista direttamente dagli assessori Erriu e Arru