Sostegno per l'inclusione attiva_SIA

Dal 2 settembre presentazione delle domande presso il proprio comune di residenza

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali rende noto che dal 2 settembre 2016 i cittadini in possesso dei requisiti possono presentare domanda per il SIA (Sostegno per l'inclusione attiva).

Il Sostegno per l'Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un beneficio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate nelle quali almeno un componente sia minorenne oppure sia presente un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata. In attesa che si completi l'iter parlamentare e il successivo percorso attuativo della Legge delega per il contrasto alla povertà, che introdurrà il Reddito di inclusione, il SIA si configura come una "misura ponte" che ne anticipa alcuni elementi essenziali.

Le risorse disponibili sono 750 milioni per l'anno 2016 per l'intero territorio nazionale .

La domanda per il beneficio potrà essere presentata a partire dal 2 settembre 2016, all’ufficio protocollo del Comune di residenza, mediante la compilazione di un modulo predisposto dall'Inps. E’ importante che il richiedente sia già in possesso di un’attestazione dell’Isee in corso di validità al momento in cui fa la domanda per il SIA.

Le domande saranno valutate in ordine cronologico, in base alla data di presentazione della domanda, fino ad esaurimento delle risorse assegnate alla nostra Regione.

Tutte le informazioni e gli approfondimenti possono essere consultati ai link seguenti: